Qualsiasi genitore che abbia inserito il proprio bambino al nido o in un progetto a misura di bambino, avrà sentito parlare della figura di riferimento…ma in concreto di cosa si tratta e perché è tanto importante all’interno di una struttura o progetto educativo?

Durante l’ambientamento, il bambino si ritrova ad avere a che fare con un contesto totalmente nuovo, con compagni e adulti a lui sconosciuti. Quindi il punto fondamentale da cui partire sarà mettere a proprio agio il bambino e far diventare “casa”, conosciuto, famigliare l’ambiente educativo.
Per far si che questo accada, due sono gli elementi importanti da tenere in considerazione:
1. una buona conoscenza del bambino: ciascun essere umano è unico ed irripetibile e
una buona, seria, solida struttura educativa o progetto educativo tiene conto di questo aspetto per comprendere la personalità, le abitudini e le dinamiche famigliari.
Solo attraverso la collaborazione tra nido nel senso più ampio del termine e famiglie l’educatore di riferimento (la figura di riferimento) potrà creare un percorso educativo costruito su misura.
2. rapporto a stretto contatto con la figura di riferimento. Durante l’ambientamento il bambino avrà l’attenzione esclusiva dell’educatore, così che quest’ultimo diventi la guida, il mediatore verso quel nuovo mondo.
La figura di riferimento aiuterà il bambino a conoscere compagni ed educatrici così che con il tempo, l’intero gruppo classe e l’équipe di educatori diventino figure di riferimento, un tutt’uno, perché il bambino raggiunga la consapevolezza che potrà essere supportato in maniera appropriata.
La figura di riferimento, inoltre, ha il compito di creare un legame di fiducia anche con la famiglia. Un buon percorso educativo può essere fatto solo quando entrambe le parti collaborano.
I genitori e la figura di riferimento dovranno essere sempre aperti ad una comunicazione trasparente, all’ascolto e complici nell’applicazione di strategie per la risoluzione di eventuali difficoltà. Entrambi hanno a cuore il benessere del piccolo e solamente insieme potranno raggiungere un obiettivo tenendo conto del bambino a 360°.
All’HomeNest ed in qualsiasi ambiente abbia a cuore la crescita di un bambino, la figura di riferimento è la persona, l’educatore che accompagnerà in maniera professionale e accurata ilbambino verso il nuovo contesto.
È il mediatore tra il vostro bambino e il gruppo bambini, l’esperto che osserverà vostro figlio durante tutte le sue conquiste e creerà un curriculum su misura che miri ad uno sviluppo psico-fisico armonioso.
Ma soprattutto sarà la guida a cui poter far riferimento tutte le volte che se ne sentirà il bisogno, che co-costruirà la strada verso la quale il bambino imparerà a fare da solo.
Pertanto la figura di riferimento diventa fondamentale perché risponde alle esigenze di stabilità e di sicurezza di bambini e genitori, tutto in una prospettiva che mira all’indipendenza e all’autonomia di entrambe le parti.
Laura